A che punto siamo?

Il nuovo Cambio ha preso forma da poche settimane, ma già ci sentiamo pronti a fare un bilancio della nostra attività fino a questo momento. Cominciamo con i numeri, cominciamo dai nostri Lettori. Più di 450 sono stati i singoli visitatori che nel corso della seconda metà del mese di dicembre sono “passati a trovarci”, visitatori provenienti da tutte le parti del mondo: dalla Russia all’Argentina, dal Canada alla Nuova Zelanda. I nostri articoli sono stati letti, le nostre pagine sono state visualizzate per un totale di quasi 3000 volte.

Le statistiche ci permettono di fotografare un generale interesse per il nostro lavoro, e non solo da parte di coloro che si trovano nella più stretta cerchia di conoscenze dei nostri articolisti. La pubblicazione del primo articolo in lingua inglese e il successo che esso ha riscontrato soprattutto fuori dall’Italia ci permettono di sperare di poterci espandere anche all’esterno dei confini nazionali e di diventare una compagnia costante per chiunque desideri seguirci e ascoltarci, al di là della barriera linguistica.

I Collaboratori, desiderosi di dare un proprio contributo e di dare voce alle proprie opinioni o di trasmettere le proprie passioni, stanno aumentando: il fatto di avere una squadra di articolisti ci ha permesso di compilare un calendario di pubblicazioni che andranno a coprire la prima metà del mese di gennaio in modo da non lasciare mai i nostri lettori “a bocca asciutta”. Colgo anche l’occasione per invitare chiunque sia interessato a partecipare al nostro progetto o chi semplicemente desideri avere più informazioni al riguardo a contattarci attraverso il nostro indirizzo di posta elettronica redazione@ilcambio.it.

Infine, tengo a dire poche parole sul nuovo sito del giornale. La Redazione ha voluto investire una piccola somma di denaro nell’acquisto di un dominio e nella fornitura di un numero maggiore di funzionalità da parte di WordPress, il servizio grazie al quale Il Cambio può esistere e continuare a operare. Ciò a dimostrazione del fatto che tutti noi guardiamo al progetto con la maggior serietà possibile e che teniamo molto alla sua buona riuscita. Nei prossimi giorni il sito sarà in assestamento: aspettatevi continui cambi di stile e di colori mentre cerchiamo di trovare la nostra facciata definitiva. E non temete. Il Cambio non sarà mai offline.

Con un sentito ringraziamento verso tutti i nostri Lettori e verso tutti i nostri Collaboratori, porgo i miei più cari auguri di un buon Anno nuovo. Che questo 2021 possa essere eccezionale, che questo 2021 possa restituire tutto quanto il 2020 ha tolto, e anche di più.

Il Direttore

Pubblicato da Tommaso Bontempi, Direttore

Dottore in Scienze politiche e delle Relazioni internazionali, nato a Brescia il 21 giugno del 1998. Diplomato presso il Liceo classico Cesare Arici, laureato all’Università degli Studi di Trento, ora studente magistrale a Venezia, Università Ca’ Foscari. Appassionato di tutto ciò che riguarda l’Europa orientale, dalla storia alla cultura alle lingue. La mia vita si svolge tra l’Italia e la Russia.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...