DIREZIONE CORSE: Au Revoir Monaco

A cura di Paolo Caretta Cortegiani e Federico Forzi.

Felicità, ecco l’emozione che ha provato chi scrive dopo una gara altrimenti povera di emozioni. Scusateci Charles e Valtteri.

Il secondo podio più giovane della storia della F1. Un podio finalmente condiviso dalla bromance più immatura e amata della Formula 1: Sainz e Norris. Quello che non erano riusciti a compiere da compagni di squadra, riescono a farlo da “rivali”. Durante la celebrazione riescono a farsi guardare male da un principe confuso, il quale pensava di premiare dei piloti e, invece, si ritrova davanti dei bambinoni. Se nell’Unboxed di oggi non troviamo entrambi ci arrabbieremo con il community manager di McLaren.

Nessuno dei due commette errori, entrambi guidano bene e portano a casa il risultato. Carlos regge alla pressione di essere l’unica Ferrari in gara e Lando riesce a resistere le avance di un Checo famelico di podio. Bravissimi, speriamo che questo sia solo il primo di tanti podi insieme.

Max, da parte sua, ci regala una guida senza errori, ineccepibile. Non c’è altro da dire. Vince – finalmente – a Monaco e, per la prima volta, si posiziona al primo posto in classifica piloti. La nostra gioia è pari a quella dimostrata dalla moglie di Kvyat fidanzata di Max, Kelly Piquet. Hamilton e Mercedes si ritrovano in una situazione insolita alla quale non sono abituati. D’altronde, fino all’anno scorso Red Bull era in netto svantaggio rispetto ai tedeschi, avendo unicamente un pilota in grado di sfidare l’egemonia di Herr Wolff (Dr. honoris causa Wolff, dalla settimana scorsa). Checo, ancora una volta, dimostra di essere all’altezza delle aspettative dell’altro dottore, Helmut Marko, rimontando cinque posizioni e terminando P4.

Vettel fa sognare i propri fan, nella prima competizione dell’anno corrente in cui dimostra di aver ancora la grinta di un tempo. Ci auguriamo che non sia solo una one-off. Un altro pilota che ha dimostrato tanto valore nel corso del fine settimana è Antonio Giovinazzi: ottima qualifica per Alfa Romeo. Peccato solamente per la gara compromessa da un pit-stop mal congegnato, che costa all’italiano la posizione su Ocon. Seppur Antonio gli sia rimasto sempre incollato, data la notoria difficoltà di superamento sulle strade del Principato, il sorpasso non arriva, costando alla fine anche la posizione su Stroll.

Hamilton dimostra ancora una volta di non essere capace di prendersi la responsabilità dei propri errori: quando la performance non c’è, il che accade raramente, è sempre pronto ad addossare alla squadra il peso della sconfitta. Sette volte campione del mondo, ma rimane un bambino viziato. Vergogna.

Bottas e Leclerc ci hanno lasciato l’amaro in bocca: entrambi avevano dimostrato velocità nell’ottima qualifica (forse troppa velocità, Charles) ma il risultato finale è stato deludente per entrambi. Dove quello di Leclerc è giustificabile dal fatto di aver compromesso l’integrità della vettura sbattendo a muro sabato, quello di Valtteri è il risultato di pura sfortuna (o come piace pensare a noi di Direzione Corse, un atto di sabotaggio). Anche i commentatori si sono infatti stupiti di fronte all’evento senza precedenti del dado spanato, che ha compromesso il pit-stop del finlandese e portato al ritiro. Sarà per la prossima?

PilotaRisultatoIl commentoVoto
Max VERSTAPPENP1Ineccepibile.9.5
Carlos SAINZ Jr.P2Scemo…9.5
Lando NORRISP3…e più scemo.9
Sergio PÉREZP4Sempre più vicino.8.5
Sebastian VETTELP5Ci mancavi Seb 💚.8
Antonio GIOVINAZZIP10TUTTI PAZZI PER GIOVINAZZI, ora sì C***O!7.5
Pierre GASLYP6FRANCIA 5 – GIAPPONE 07
Lance STROLLP8Nonno Seb lo spiazza.6.5
Valtteri BOTTASDNFPalesemente sabotato.6
Lewis HAMILTONP7LOL. Pur di non riconoscere i propri errori dà la colpa alla squadra.6
Esteban OCONP9Dopo l’exploit della scorsa gara, è tornato il noioso Ocon di sempre.5.5
Fernando ALONSOP13Fernando, i giovani ti stanno dando troppo filo da torcere?5
Kimi RAIKKONENP11Crediamo in te Kimi.5
George RUSSELLP14Sembrava più semplice nei videogiochi, eh?5
Daniel RICCIARDOP12Monaco expert stoc***o.4.5
Nicholas LATIFIP15Sarebbe anche ora di tirare fuori le palle.4
Nikita MAZEsPINP17Non è stato necessario l’intervento della Guardia Costiera. È GIÀ TANTO.3.5
Mick SCHUMACHERP18Dietro Maze(s)pin: VERGOGNA.3
Yuki TSUNODAP16Sayonara Red Bull 👋🏻👋🏻.2.5
Charles LECLERCDNSHeartbreaking.
DNF: Did Not Finish.
DNS: Did Not Start.

Pubblicato da Paolo Caretta Cortegiani

Giurisprudenza presso l'Università di Barcellona (UB), MUA + LLM in International Business presso l'ESADE Business & Law School, membro della European Law Students Association (ELSA). Nato a Barcellona (Spagna) nel 1998, dopo aver ottenuto nel 2017 il diploma di maturità classica presso il prestigioso Istituto Cesare Arici di Brescia ho intrapreso i miei studi attuali con una menzione in Diritto Internazionale e Comunitario. Da sempre provo grande interesse per la finanza internazionale e la geopolitica, scrivendo spesso di quest'ultima. Fanatico di Star Wars e di Formula 1. Ulteriori informazioni e CV sul mio profilo LinkedIn.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...