DIREZIONE CORSE: Baku

Che spettacolo! Una gara emozionante: Baku diverte ancora una volta. Dopo un finesettimana senza F1, i motori sono tornati a rombare nella Repubblica d’Azerbaigian. E su un rettilineo che sembra non finire mai ci sono state delle spiacevoli – per i piloti coinvolti e per gli spettatori in egual modo – sorprese.

Alla partenza nulla da segnalare, nessun incidente che forse ci si aspettava dal traffico nelle prime due curve. Dopo qualche giro di resistenza diventa evidente che Leclerc non ha la velocità per tenere testa ai diavoli che lo seguono: prima Hamilton e poi Verstappen ne fanno un sol boccone.

Poco addietro Pérez inizia la rimonta superando il ferrarista Sainz, che si fa cogliere un po’ impreparato. Il messicano arriva presto in coda al proprio compagno di scuderia e ivi rimane per qualche giro.

La gara prosegue con l’inglese in testa e l’olandese all’inseguimento fino ai rispettivi pit-stop. Qui accade la magia. O per casualità o, più probabilmente, per ordini di scuderia, quando Hamilton rientra ai box per effettuare il primo pit-stop, Pérez lo segue e, con un tempismo perfetto, transita in pit lane nel momento preciso in cui l’inglese vi sarebbe dovuto rientrare, causando un leggero ma fondamentale ritardo. Ciò permette a Verstappen di fare un gran giro e rientrare ai box con margine sufficiente da Hamilton da accaparrasi la prima posizione: che over-cut!

Verso metà gara un incidente preoccupante: Stroll perde il controllo della vettura nel rettilineo a causa della rottura dello pneumatico posteriore sinistro, non si sa se a causa foratura o logorio della gomma. Ma la cosa pare non preoccupare troppo gli altri team: forse qualcuno si sarebbe dovuto preoccupare.

La cosa sembra non avere ripercussioni, la gara prosegue. Mancano pochi giri. Verstappen ancora in testa. Poi il botto. Dinamica analoga all’incidente del pilota Aston Martin. L’olandese è appiedato: DNF. La lotta per il mondiale sembra ancora più un sogno.

A soli due giri dalla fine, i commissari decidono di fermare la gara ed effettuare una ripartenza dalla griglia. Si spengono i semafori. Hamilton reagisce meglio e si trova davanti a Pérez, ma forse nella hybris del sorpasso frena troppo tardi e finisce lungo: lo sorpassa addirittura Mazepin. LOL. A Monaco la colpa fu della squadra, stavolta di un bottone sul volante. Colpa tua mai, no?

Nelle qualifiche di sabato Norris si aggiunge alla lista di piloti ingiustamente penalizzati da Race Control. Michael Masi decide di sottrargli, come penalità, cinque posizioni in partenza di gara. A Norris però ciò non interessa e, pur partendo 11º anziché 5º, recupera e termina la gara in P6. World champion material. Lo stesso non si può dire del suo compagno di squadra Ricciardo, ormai relegato a secondo pilota dalle eccezionali prestazioni del giovane streamer. Uno streamer. VERGOGNA, CAPRA.

Dalle Ferrari invece ci aspettavamo molto di più, sopratutto in un circuito “amico” come Baku. Quelli di Maranello hanno perso un’opportunità – probabilmente anche una delle poche – per consolidarsi in P3 costruttori. Leclerc non riesce a materializzare la pole (ci sembra di avere un dejà vu) e Carlos commette un errore grossolano che lo fa scendere in P14. Recupera, ma questo non lo salva dalla nostra ira.

Ottima performance di Vettel che, anche grazie a un po’ di fortuna, conquista una seconda posizione da ricordare per Aston Martin: il primo podio della neo-rinata storica scuderia.

Anche Gasly non delude, dimostrando ancora una volta che nelle giuste condizioni è un pilota in grado di raggiungere ottimi risultati. Bene anche il compagno di squadra Tsunoda, che dopo una serie di gare alquanto misere conquista una buona settima posizione. Speriamo non sia solo una botta e via.

PilotaRisultatoIl commentoVoto
Sergio PÉREZP1Il Messico gioisce9,5
Sebastian VETTELP2💚😍9
Pierre GASLYP3Non commette errori, ma questo non basta. Helmut loves Checo.8,5
Max VERSTAPPENDNFDeve ancora venire il giorno in cui finisca la fortuna di Hamilton.8
Lando NORRISP5GG streamer8
Fernando ALONSOP6Che ripartenza!7,5
Charles LECLERCP4Almeno stavolta è partito7
Yuki TSUNODAP7Buona la sesta7
Carlos SAINZ Jr.P8Sbaglia, poi recupera. Ormai ci aspettiamo di più.6,5
Lewis HAMILTONP15A sinistra. Ho detto a sinistraaa!6,5
Lance STROLLDNFRagazzi, sentite anche voi un sibilo? Spero di non aver bucato…6
Kimi RAIKKONENP10Un altro punto per Alfa Romeo6
Antonio GIOVINAZZIP11C’era quasi5,5
Daniel RICCIARDOP9Non c’era proprio5
Mick SCHUMACHERP13Resisti Mick.4
George RUSSELLDNFGiorgetto, che succede?4
Nikita MAZEs🅱️INP14Ci regali solo uno spin in quali? Non essere egoista…3,5
Esteban OCONDNFL’anonimato finisce out.3
Valtteri BOTTASP12Cos’è questo suono? Ah sì, niente rinnovo.2,5
Nicholas LATIFIP16“Oh no! Anyways…” Geremy Clarkson2
DNF: Did Not Finish

Pubblicato da Federico Forzi

Bresciano DOC, appassionato di scrittura con un'inclinazione alla poesia, dal 2019 studente di International Economics and Finance presso l'università Bocconi di Milano. Attualmente lavora a progetti finanziari, economici, di intrattenimento e di letteratura. "Che la Forza sia con voi".

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...