ANIMIAMO: Bokutachi no Remake

Bokutachi no Remake (“Rifacciamo la nostra vita”), scritto dal maestro Nachi Kio e illustrato da “Eretto”, ha ottenuto la pubblicazione di una serie animata nell’estate del 2021, riscontrando un discreto successo.

La storia si concentra sulla vita di Kyouya Hashiba, un ragazzo di 28 anni. Kyouya abbandona il suo lavoro in ufficio per perseguire il sogno che coltiva dalla sua adolescenza, cioè di lavorare nell’industria videoludica. Purtroppo per lui, il tirocinio di lavoro nella casa di produzione non porta i frutti sperati e si ritrova disoccupato e senza un soldo, costretto di fatto a tornare a vivere con i propri genitori. Nella amara disperazione di non essere riuscito a raggiungere alcun obiettivo nella vita, riflette sul suo passato recente, di come invece di intraprendere gli studi artistici si sia iscritto in una business school, e di come questa decisione lo abbia portato alla situazione attuale.

È annegato dalla consapevolezza di non poter ricominciare la sua vita ma qualcosa di straordinario e anomalo accade. Infatti, dopo essersi addormentato tormentato dai rimorsi, si risveglia esattamente 10 anni nel passato nel momento in cui stava decidendo la sua carriera universitaria.

Kyouya decide di non sprecare questa occasione e di vivere la sua vita nel modo migliore possibile, e dunque non segue il percorso che l’aveva portato all’infelicità ma opta per la carriera artistica. All’università la sua voglia e la capacità di un 28enne lo portano a eccellere sia nelle relazioni sociali sia accademicamente, e la sua vita sembra andare per il verso giusto.

Ma non tutto è così semplice. Il fatto solo che lui eccella, comporta dei cambiamenti radicali nella vita delle persone intorno a lui e l’intero arco narrativo è contraddistinto dalla sempre più crescente consapevolezza del protagonista che le sue azioni influenzano negativamente le prospettive future dei suoi compagni, che nel “suo” futuro erano persone di successo…

La serie porta un tema molto utilizzato nel presente (viaggi nel tempo, mondi paralleli, eccetera), ma ne aggiunge una singolarità piacevole. I temi affrontati sono seri e affrontati con razionalità. Il programma offre ciò che il titolo annuncia, la possibilità di rifarsi una vita, con le sue accezioni positive e negative. Una ventata di freschezza in un sempre più saturo mercato di animazione.

Valutazione finale: 8,8/10

I criteri della valutazione finale: l’autore è consapevole del fatto che dare una valutazione a una serie animata è senza dubbio farina della sfera soggettiva. La valutazione finale è data da 6 diversi fattori il più possibile oggettivamente dimostrabili. Essi sono il coinvolgimento, la colonna sonora generale, l’arte grafica, la caratterizzazione dei personaggi, la costruzione della vicenda e una fonte esterna di valutazione.

Pubblicato da Luca Toller, Vicedirettore

Studente di Scienze economiche presso l’Università di Milano – Bicocca. Nato il 29 settembre del 1998, diplomato presso il Liceo classico Arnaldo da Brescia.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...