La grande Pasqua orientale

È perlomeno curioso notare come il periodo pasquale sia scevro di tutto quel circo mediatico che ormai da un po’ di tempo è solito ronzare intorno al Natale. Se da una parte la nascita di un bambino è facilmente commercializzabile (nonostante raramente si faccia riferimento a ciò) dall’altra un uomo torturato, ucciso e poi risorto mal si adatta a comparire in un film per famiglie.