BOCCONI DI STORIA: Il castello di Wewelsburg e “l’Ordine Nero”

Nell’inverno del 1933, due uomini si incontravano nel cuore della foresta di Teutoburgo. Karl Maria Wiligut, esoterista austriaco e Heinrich Himmler provarono insieme a fondare una nuova ideologia pagana nazista per soppiantare il cristianesimo e supportare il Terzo Reich.

BOCCONI DI STORIA: Il valoroso orso soldato

Storia di Wojtek, l’orso soldato adottato dalle truppe polacche durante le Seconda Guerra Mondiale, che partecipò alle battaglie di Cassino contribuendo alla liberazione dell’Italia dall’occupazione tedesca.

BOCCONI DI STORIA: L’odissea della Flotta del Mar Baltico

Il 16 ottobre del 1904 cominciò il viaggio della Flotta del Mar Baltico in direzione di Vladivostk per affrontare la flotta nipponica durante la guerra Russo-Giapponese. Viaggio tragi-comico di circa 29mila chilometri, incorniciato dalla cocente sconfitta nella battaglia di Tsushima il 29 maggio 1905.

BOCCONI DI STORIA: Il Robin Hood del Nord Carolina

Henry Berry Lowry fu un fuorilegge americano che guidò la “Banda di Lowry” durante e dopo la Guerra di Secessione americana. Molti nella Carolina del Nord lo paragonano alla figura di Robin Hood perché molto amato dai poveri e dagli oppressi.

BOCCONI DI STORIA: Hiram Bingham, professor Indiana Jones

Una spedizione alla ricerca di una città perduta porta alla scoperta di Machu Picchu, una della sette meraviglie del mondo moderno. Per non farsi mancare nulla, il capo spedizione Hiram Bingham sarà la probabile fonte di ispirazione di un’altra grande meraviglia, questa volta cinematografica.

BOCCONI DI STORIA: Giovanni Aldini, lo scienziato che ispirò Frankenstein

Giovanni Aldini fu un fisico e accademico italiano. Tra la fine del ‘700 e l’inizio dell’800 compì esperimenti con parti di animali e cadaveri – usando l’elettricità – che causarono stupore e terrore in tutta Europa. Esperimenti che molto probabilmente influenzarono la giovane Mary Shelley nella stesura del suo romanzo “Frankenstein, o il moderno Prometeo”.

BOCCONI DI STORIA: La truffa della tiara di Saitaferne

Il 1° aprile 1896 il Musée du Louvre annuncia l’acquisto di una tiara scita del III secolo a.C. L’opinione pubblica è fin da subito scettica nei confronti dell’autenticità dell’oggetto, ma il direttore del museo Albert Kaempfen attuerà la famosa tattica di negare, negare, sempre negare. Il 25 marzo 1903, la verità venne a galla.

BOCCONI DI STORIA: La più grande beffa della guerra segreta

Nel 1943 gli Alleati erano forti di una rete di spionaggio e sabotaggio in cui militavano circa 1500 uomini all’opera nell’Olanda occupata dai Tedeschi. La realtà era però ben diversa; da circa due anni infatti, tutte le radio clandestine erano manovrate da operatori tedeschi e tutti gli agenti e gli esplosivi paracadutati sul territorio erano stati sistematicamente intercettati.

BOCCONI DI STORIA: L’Impresa di Alessandria

La notte del 18 dicembre 1941, sei uomini della Regia Marina italiana portarono a termine una missione che Wiston Churchill definì «uno straordinario esempio di coraggio e genialità».

BOCCONI DI STORIA: Il colpo di Zurigo

La notte del 27 febbraio 1917 il controspionaggio italiano mette in atto il piano che da mesi sta organizzando per smantellare la rete di spionaggio austro-ungarica in Italia. L’operazione passerà alla storia con il nome di “Colpo di Zurigo”.

BOCCONI DI STORIA: Il peggior diplomatico della Storia

Juan Fernández Pacheco de Villena è stato uno dei peggiori diplomatici della Storia. Incaricato di intrattenere relazioni con la Santa Sede per conto dell’Impero spagnolo, riesce in pochi anni a vanificare gli sforzi dei sui predecessori.