Che cosa è successo in Kazakistan

Del Kazakistan si è parlato molto in queste ultime settimane a causa delle violente proteste che sono esplose nel Paese a partire dallo scorso 2 gennaio. La causa scatenante delle proteste, che si sono originate nella città petrolifera occidentale di Žanaozen, è stato il raddoppio del prezzo del GPL, che alimenta la grande maggioranza dei veicoli nel Paese.

BOCCONI DI STORIA: Il castello di Wewelsburg e “l’Ordine Nero”

Nell’inverno del 1933, due uomini si incontravano nel cuore della foresta di Teutoburgo. Karl Maria Wiligut, esoterista austriaco e Heinrich Himmler provarono insieme a fondare una nuova ideologia pagana nazista per soppiantare il cristianesimo e supportare il Terzo Reich.

L’Ucraina nei rapporti tra NATO e Russia

Alla periferia dell’Europa, da ormai quasi otto anni, imperversa un conflitto che ha avuto immense conseguenze sul sistema politico internazionale. Nessuno ha ragione e nessuno ha torto: ogni osservatore ha la sua verità.

Sorteggi Coppe europee: Nyon non sorride alle squadre italiane

Per la prima volta nella storia delle competizioni internazionali l’UEFA si è vista costretta ad annullare l’estrazione delle sfide a causa di un grave errore e di un seguente giusto ricorso fatto pervenire da parte dell’Atletico Madrid.

Il semestre bianco

Siamo nel pieno del semestre bianco, i 6 mesi in cui per legge al Presidente della Repubblica è negato il potere di sciogliere le Camere, i 6 mesi che anticipano l’elezione del prossimo Capo dello Stato.

Varsavia sfida l’Unione Europea

Dopo una lunga disputa legale, il 7 ottobre la Corte costituzionale polacca ha sancito il primato del diritto nazionale su quello comunitario. Varsavia ha deciso di sfidare l’Unione Europea, ma è molto probabile che dovrà fare marcia indietro.

“No English?” – Cronache Georgiane

Spaesato seguo la strada. Davanti a me c’è un ragazzo che era salito sul mezzo poco fuori Gori. Gli chiedo in russo come arrivare. Gli chiedo se parla russo, negativo, provo con l’inglese, negativo, tedesco, spagnolo, francese, tutto negativo. Mi risponde in georgiano e mi fa segno di seguirlo.

BOCCONI DI STORIA: La truffa della tiara di Saitaferne

Il 1° aprile 1896 il Musée du Louvre annuncia l’acquisto di una tiara scita del III secolo a.C. L’opinione pubblica è fin da subito scettica nei confronti dell’autenticità dell’oggetto, ma il direttore del museo Albert Kaempfen attuerà la famosa tattica di negare, negare, sempre negare. Il 25 marzo 1903, la verità venne a galla.