Il conflitto arabo-israeliano, parte I

La causa della violenza alla quale abbiamo potuto assistere in questi giorni è la proclamazione dello Stato d’Israele. Tuttavia, la rabbia e l’odio religioso e nazionalistico tra gli abitanti della regione palestinese hanno un’origine molto più antica.

Le tensioni Israele-Palestina

Tutto è cominciato lo scorso venerdì 7 maggio, l’ultimo venerdì del Ramadan. Sul Monte del Tempio, nella Vecchia Città di Gerusalemme, sono avvenuti violenti scontri tra la polizia israeliana e le decine di migliaia di manifestanti palestinesi lì convenuti.

START e la strategia nucleare

Viviamo in un mondo in cui sembra che le armi nucleari non abbiano più nulla da dire. Sembra che appartengano a un passato sempre un po’ più lontano. Tuttavia, le armi nucleari sono una componente fondamentale delle relazioni internazionali.

Perché la NATO doveva finire

È ovvio che la caduta del Comunismo sovietico e la fine della Guerra Fredda hanno privato l’OTAN del proprio “nemico naturale”: l’Organizzazione era nata nel 1949 con il solo scopo di combattere quel sistema di pensiero e di visione del mondo del quale l’Unione Sovietica era la principale portatrice.

Un viaggio nel deserto: il Sahara Occidentale

Terza e ultima parte della serie dedicata al Sahara Occidentale. Mai come oggi, il pragmatismo della realpolitik è stato così importante.

Un viaggio nel deserto: il Sahara Occidentale

Seconda parte di una serie dedicata al Sahara Occidentale tra il passato, il presente e il futuro. La guerra, il (non) intervento delle Nazioni Unite e il referendum (mancato).