L’Ucraina nei rapporti tra NATO e Russia

Alla periferia dell’Europa, da ormai quasi otto anni, imperversa un conflitto che ha avuto immense conseguenze sul sistema politico internazionale. Nessuno ha ragione e nessuno ha torto: ogni osservatore ha la sua verità.

Le tensioni Russia-Ucraina

La Federazione Russa sta concentrando truppe e navi militari al confine con l’Ucraina, in un numero mai così imponente dal 2014, anno della crisi che ha irrimediabilmente trasformato la Russia in un mostro agli occhi del mondo occidentale e la Crimea nella sua ventiduesima Repubblica.

Perché la NATO doveva finire

È ovvio che la caduta del Comunismo sovietico e la fine della Guerra Fredda hanno privato l’OTAN del proprio “nemico naturale”: l’Organizzazione era nata nel 1949 con il solo scopo di combattere quel sistema di pensiero e di visione del mondo del quale l’Unione Sovietica era la principale portatrice.