Slavuytč, la nuova casa delle vittime di Černobyl’

Passo la giornata nuvolosa a girare per i vari quartieri della cittadina, costruita nel 1986 per riallocare in seguito al disastro della centrale nucleare gli abitanti di Pripjat’ e di Černobyl’.

La battaglia di Nikolaevka

Dopo la seconda grande offensiva dell’Armata Rossa, il Corpo d’Armata Alpino si ritrova circondato in territorio ostile durante il gelido inverno russo. Uomini valorosi e coraggiosi, nella battaglia di Nikolaevka gli Alpini riescono a rompere l’accerchiamento e finalmente a tornare a casa.

Il peso del passato: la Russia e i rifiuti

Perché l’ambiente in Russia non è un amico intimo che richiede protezione, ma piuttosto un conoscente ingenuo del quale si può approfittare senza dare nulla in cambio? Forse la risposta sta nella mentalità sovietica.

Russia nucleare

Qual è oggi, a 35 anni dal più catastrofico incidente nucleare nella storia dell’umanità, lo stato dell’atomico civile nella Federazione Russa?

K zvёzdam

Oggi, 12 aprile 2021, ricorre il 60° anniversario del volo di Jurij Gagarin. Il pilota sovietico fu il primo, nella storia dell’umanità, ad abbandonare la Terra per lo spazio, trascorrendo un’ora e quarantotto minuti nella capsula della navicella Vostok 1.

La metropolitana di Stalin

Fin dall’inizio la metropolitana di Mosca non avrebbe dovuto essere “solo” una metropolitana. Fu una celebrazione della potenza del socialismo e, in particolare, dello stalinismo. Un tripudio dell’alta capacità tecnologica sovietica e dei lavoratori dell’Unione.

START e la strategia nucleare

Viviamo in un mondo in cui sembra che le armi nucleari non abbiano più nulla da dire. Sembra che appartengano a un passato sempre un po’ più lontano. Tuttavia, le armi nucleari sono una componente fondamentale delle relazioni internazionali.

Perché la NATO doveva finire

È ovvio che la caduta del Comunismo sovietico e la fine della Guerra Fredda hanno privato l’OTAN del proprio “nemico naturale”: l’Organizzazione era nata nel 1949 con il solo scopo di combattere quel sistema di pensiero e di visione del mondo del quale l’Unione Sovietica era la principale portatrice.